« L'ironia della pena | Principale | Anch'io ringrazio e saluto »

06/05/10

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Pim

Conoscevo la vicenda ancor prima della canzone di De Gregori: me ne aveva parlato mio nonno, che era maresciallo dei carabinieri, secondo il quale Pollastri era ricercato soprattutto perché anarchico e oppositore al regime fascista. Per questo motivo raccoglieva tra le gente enorme simpatia, nonostante si fosse macchiato di diversi omicidi.

Buon fine settimana, ciao Irene.
Pim

irene spagnuolo

Eh lo so, Pim........:)
Allora abbiamo raccolto le stesse testimonianze dai nostri nonni!!!?
Ciao carissimo
Irene

luigi

ottimo post

irene spagnuolo

grazie Luigi

leonardo

Premetto che sono cresciuto a pane e ciclismo in quanto mio padre ciclista dilettante negli anni 40,mi ha coinvolto,attraverso filmati e racconti,con le imprese di questi campioni,compreso la sana competizione tra Coppi e Bartali che in quegli anni ha animato il popolo italiano.I ciclisti compreso Girardengo erano esempi di vita, quasi tutti di umili origini, persone abituale alla fatica e al sacrificio abituati a condividere le difficolta' della vita insieme.In questo clima vi erano tutte le premesse per far emergere gesti di splendido slancio umano.Condivido pienamente che spesso sono proprio le persone che hanno un'esistenza sbandata ad avere atteggiamenti colmi di dignità come appunto di Sante Pollastri…Se il paese avesse meno tifosi e piu' sportivi ci guadagneremo tutti.Buona giornata.

irene spagnuolo

Eh si Leonardo...dovremmo essere tutti più "sportivi". Qualche volta la storia di grandi campioni ci consegna anche grandi lezioni di vita...
Buona giornata anche a te e grazie della visita!
Irene

I commenti per questa nota sono chiusi.