« Brandelli del 2009 | Principale | Nuda nella notte di San Silvestro »

29/12/09

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Pim

Auguri per un 2010 pieno di sorrisi.
Un abbraccio.
Pim

ivo

Bella filastrocca, mi piace. Non è poco una faccia allegra, è tantissimo. Il valore di un sorriso è grande. Ad essere pessimisti non si guadagna nulla, meglio cercare di vedere le cose in positivo...per quanto si può. Buon ottimismo a tutti...specialmente ai musoni!

gobettiano

Deliziosa filastrocca. E saggia.
Un abbraccio forte ed auguri stratosferici per te per il nuovo anno.
luigi

leonardo

Condivido Irene,no non è proprio poco…, una faccia allegra di questi tempi.Un buon modo per provarci e' quello di usare la satira per cercare di esorcizzare i pensieri, ma non sempre funziona.Comunque,visto che non costa nulla l'ottimismo cerceremo di riempire la dispensa sperando che possa servirci nel corso del nuovo anno.Saluti Irene.

Marco Don

Una faccia autenticamente sorridente per te, cara Irene, un nuovo anno carico di gioie e di soddisfazioni.

Che poi si aggiungano anche nuove rivoluzioni interiori anticipatrici di nuove rivoluzioni esteriori bene sia, le accoglieremo anche loro con il sorriso largo.

Buon anno nuovo a tutti noi. Ciao.

Marco Don

Giuseppe Scherpiani

Cara Irene,
Rodari era novarese o sbaglio?

E' un genio assoluto. Tradotto in tutto il mondo e proposto ai bambini di tutti i paesi per le sue riflessioni poetiche velate di ironia.

Nel marzo 2010 saranno passati 30 anni dalla sua morte.

Lì a Novara c'è qualche ente pubblico che si interessa di lui, ricordandolo ovviamente, e di ciò che ha scritto?

Io a Pesaro lo farò.
Ciao e buon anno.

Peppe Scherpiani

irenespagnuolo

Rodari nacque a Omegna sul lago d'Orta (in provincia di Novara). So che c'è un concorso per piccoli scrittori di filastrocche e molti luoghi e iniziative a lui intitolati. Non so però se nel 2010 ci saranno manifestazioni particolari, presumo di si...

Buon anno anche a te Peppe!
Irene

I commenti per questa nota sono chiusi.