« Un sorriso per Obama | Principale | Godere in pubblico »

30/09/09

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Pim

Conquistare l'oggetto d'amore è cosa relativamente facile: tenerlo accanto a sé è invece frutto della propria bravura. E non è cosa da tutti.
L'amore non rimuove gli ostacoli, non protegge completamente dagli inciampi o dalle trappole di cui appare disseminata l'esistenza di ognuno; tuttavia ci tiene per mano, ha sempre la parola giusta per rassicurare e confortare, donando la pace anche dove non c'è. Come l'amicizia, è un atto gratuito: non chiede e non vuole nulla per sé. Fortunato chi l'ha incontrato almeno una volta nella vita.

Un abbraccio forte.
Pim

 dragor

Al contrario, l'amore e il più egoistico dei sentimenti. Nasce dal sentimento della propria insufficienza e dal bisogno di possedere quello che manca inglobando l'oggetto amato (e questo processo è spiccatamente orale, una sorta di cannibaliszmo simbolico). Quando l'oggetto amato rifiuta di soddisfare i bisogni, l'amore mostra subito l'altra sua faccia, l'odio. Per amare correttamente bisogna essere consapevoli di questa dinamica.

Ciao a tutti. Un abbraccio, cara Irene

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.