« La Ripresa...dei consumi | Principale | Noleggiami ! »

24/06/09

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Fino

A parte la Fawcett le altre due mi sembravano inconsistenti. Finita la serie, sono scomparse.
Un caro saluto
Fino

homing pigeon

Ciao Irene,

mi associo al tuo pensiero.

Farraw Fawcett sta combattendo la stessa estenuante battaglia di Patrick Swayze, di cui ho raccontato tempo fa.

Ci sono battaglie che non si possono vincere. Ma si possono combattere con orgoglio e dignità.

Grazie del tuo racconto, a presto,
HP

zia elena

Charlie's Angels rappresentava un appuntamento settimanale piacevole.
Non impegnativo, certo. In ogni caso, le protagoniste esprimevano un misto di intelligenza, bellezza e sensualità (mai volgare) che divertiva, senza pretese.

Alla Fawcett va anche il mio pensiero.

Buona giornata, Irene.

Elena

irenespagnuolo

Un piccolo cult della nostra generazione... liberata ma non proprio sguaiata, insomma :)

HP in effetti il ricordo è stato ispirato proprio dalla lotta di Farrah Fawcett...

Ciao Elena, buona giornata anche a te!

Fino, una degli "angeli" ha fatto tutte le edizioni. L'altra non mi sembra. E comunque sai accade che un ruolo lasci un'impronta così grande da identificare per sempre attore e personaggio...

Ciao
Irene

Pim

Seguivo poco le Charlie's Angels, a dire il vero: loro troppo patinate e le trame dei tf piuttosto scontate. Farrah Fawcett era nota ai tempi anche per la pubblicità (mi pare) di una lacca per capelli. Non di prima schiera, però una buona attrice. Il suo coraggio nella lotta contro il cancro può fungere da esempio per tante altre persone nella sua condizione.

Buona giornata, Irene, ciao.

Gian Contardo (Buffalmacco)

Cara Irene, questi sono i giorni delle sorprese: prima la revoca del blocco su facebook e poi la possibilità di tornare sul tuo blog.

Che dire di questo post? Allora i telefilm si chiamavano telefilm e non fiction o serie televisive. Forse produttori e registi stavano più attenti ai contenuti e a uno spettacolo che fosse umano e non tecnologico.

Un'altra bella serie di telefilm, non poliziesca ma giornalistica, era "Lou Grant".

Buona giornata.

Gian Contardo.

P.S. Se ti(vi interessa, ho aperto un nuovo blog: http://guccinianosubalpino.splinder.com/

ENZO

Cara Irene la tua lettera alle Charlie's Angels è commovente, la condivido entusiasticamente in ogni sua parte.
Sei brava e sensibile.
CIAO
ENZO (da non confondere con Enrico)

irenespagnuolo

Gian che piacere ritrovarti qui!!!

Hai ragione, Lou Grant lo seguivo :)))
Verrà a trovarti sicuramente sul nuovo blog, carissimo Gian.
Un abbraccio
Irene

irenespagnuolo

Enzo...sono i ricordi. Che segnano inesorabilmente, ma piacevolmente, l'anagrafe :)
Grazie e un caro saluto
Irene

Giuseppe

Ciao Irene!
Non guardavo la serie televisiva. Alcuni anni fa Farrah era apparsa su Playboy. Devo dire che nonostante l'eta' (era sulla quarantina), era una donna molto sexy.
Quello che piu' ha dato fastidio a me come a tanti altri, e' stato l'abuso della sua condizione a scopo di scoop. Personale medico che accedeva, senza rispetto per la sua privacy e dei suoi familiari, alle cartelle mediche per ottenere informazioni e venderle al miglior offerente. Anche soffrendo in silenzio, chiedendo rispetto per la privacy, certa gente non si e' fatta scrupoli.
Ciao Farrah, non ti ho conosciuta, ma so quanto tu e i tuoi familiari abbiate sofferto. Mia sorella combatte una simile battaglia da un po' tempo.
La tua famiglia ha la mia solidarieta'.
Giuseppe

irenespagnuolo

Ciao Giuseppe...mi unisco al saluto: ciao Farrah, buon viaggio.

Giuseppe

Ciao Irene :-)
Dopo Farrah se ne va anche Michael, 'the King of pop'.
Giuseppe

irenespagnuolo

Eh si Giuseppe, un'altra perdita...

Chris

Pezzi del nostro mondo infantile, quando ancora gli anni si contavano con le dita delle mani o poco più che se ne vanno. Prematuramente, come segni di un destino più forte di qualunque brillare di fama e di incalcolabili ricchezze, che anela a ribadire al sua superiorità schiacciante sui nostri metodi di giudizio e di merito.

Ma abbiamo anche la scelta di non crederci: Elvis è vivo, John Lennon è vivo, Kurt Cobain è vivo. Perchè in fondo è vero: quale differenza può fare a noi comuni mortali, che li abbiamo sempre e solo conosciuti attraverso le loro opere? Quelle esistono ancora, e continueranno a vivere anche dopo di noi.

Nei miei ricordi di allora, erano icone lontane, simboli alla pari dei personaggi dei libri, potevano esistere, potevano non esistere ma lasciavano comunque una traccia, che ritrovavi nei giochi dei bambini a replicare il moonwalk o a vivere avventure immaginarie a fianco degli angeli, non importa se invece di scintillanti palcoscenici e spiagge assolate c'erano muretti scalcinati e asfalto dell'austera provincia italiana degli anni 70.

ENZO

Cara Irene,
in occasione di un mio viaggio a New York nel 1979, all'Hotel Plaza incontrai casualmente Farrah all'Oak Room,intenta a prendersi credo un aperitivo.
Mi avvicinai e sorrisi,lei ricambio il sorriso e se ne andò. Ora se ne è andata per sempre e nel mio immaginario la rivedo...
E' proprio come dici tu:

Grazie, è vero!
CIAO
enzo

ENZO

il precedente messaggio non è completo,intendevo dire che la tua riflessione:
.
Racchiudono la struggente realtà.
Ciao
ENZO

antonio

Ciao Farrah....

antonio

La tua bellezza sembrava eterna...ma eterno sara' il tuo ricordo...ciao

irenespagnuolo

Enzo...il mitico sorriso di Farrah è il miglior ricordo!

Antonio davvero era molto bella :)

Chris in effetti i "personaggi" non muoiono...E neanche le persone, quando ci sono care. Restano dentro di noi!

Irene

I commenti per questa nota sono chiusi.