« Stupidità relativa | Principale | Ti ho perso di vista »

30/04/09

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Pim

Con le banche bisogna contrattare di persona, in modo da ridurre al minimo le spese. Ciò che pesa, però, sono soprattutto i costi dovuti alle imposte statali, e su quelli non possiamo farci proprio niente.
Il vecchio conto corrente dovrebbe funzionare solo da deposito temporaneo, giusto il tempo per impiegare il denaro (anche poco) in altre forme di investimento - secondo il rischio che si intende correre. Anche se, in ogni caso ahinoi, le banche e lo Stato guadagnano sempre e comunque, alle spalle nostre...

Chris

Poveri i nostri soldi, mai un attimo di tregua. Già prenderli, è dura. Neanche presi, sono sottoposti ad ogni forma creativa di tassa e balzello. E quando credono davvero di essere tranquilli - i salassi delle banche, o tutte le altre forme subdole e meschine di balzelli e controbalzelli sul risparmio create dalle menti infinitamente capaci dei ministri alle finanze di ogni epoca.

Non che investirli? spenderli? gettarli su una casa aiuti - altra fonte mai asciutta di idee creative sul balzello - e tantomeno investire sulle proprie conoscenze e cultura, in un paese dove il lavoro, e di conseguenza i soldi, si trovano più per infinite variazioni e miscele di nepotismo, raccomandazioni e concorsi.

Investirli per creare lavoro? Ancora più folle, mia povera Italia, paese delle fonti: in questo caso, fonte inesauribile di grane, difficoltà, bastoni tra le ruote a fascine.

Ci dicono che nasconderli, portarli in paesi civili, sia peccato e pessimo atto.

A questo punto, davvero, meglio spenderli. Cosa che riusciamo a fare benissimo, ammettiamolo - a volte, soprattutto di questi tempi, facciamo persino fatica ad averne a sufficienza, in barba alle banche che languidamente anelano ai nostri stremati dischetti bimetallici.

Daniele Verzetti, Rockpoeta

Incatenato non del tutto. niente home banking e neanche domiciliazioni bancarie mai volute. E neanche telepass, sana viacard a scalare se necessario. Resta il fatto che le banche cmq sanno succhiare il denaro alla povera gente come nessun altro.

I commenti per questa nota sono chiusi.