« Caro Berlusconi, Caro Veltroni, | Principale | Dopo il 15 aprile »

10/04/08

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

luigi

Cha anche ai Ghost writer occorra appartenenza, aggancio e raccomandazione è scontato,anzi suonerebbe strano il contrario. Ma concordando con te sulla sgangheratezza di discorsi e frasi, di cattivo italiano e pressappochismo sintattico, mi viene da pormi un dubbio diverso: e se gli ascoltatori o telespettatori proprio quello vogliono ascoltare, non facendo caso a sgrammaticature? Se fosse questo il modo "giusto" per attrarre le folle o le plebi?
Comunque Irene, il tempo è galantuomo,quindi non bruciare né penna né tastiera,non fosse altro che per non penalizzare noi, tanti, che veniamo a leggerti apprezzando contenuti e forma dei tuoi bellissimi post.
luigi

Amanda

Ciao Irene. Spesso parli di fare la ghost writer, non credo che tu abbia bisogno di stare all'ombra di qualcuno.
Lo vedo un lavoro idoneo a chi forse non ha nulla di proprio da raccontare, e così deve immaginarsi nella pelle di un'altro e portarne avanti il pensiero.
Tu invece sei una mente creativa :))

irenespagnuolo

Terrò duro Luigi. Sei convincente!
Grazie :))

Amanda che righe dolci! Beh, le accolgo molto volentieri, come un prezioso dono...:))

Un abbraccio ad entrambi
Irene

cenerentola

Come avevo scritto in un mio precedente commento, non puoi decisamente sprecare il tuo talento creativo come ghost writer, non sei proprio un fantasma!! Sono sicura che un editore in carne e ossa sta gia' pensando a te.

irenespagnuolo

Cenerentola sei sempre un'iniezione di gioia e speranza...che dire?! Troppo affettuosa!
Grazie, di cuore.
Irene

Antonio Cracas

Non mi sento di commentare, sarei scontato e banale. Sai cosa penso di te.

Però ci tengo farti sapere che ho letto questo post e... che ti abbraccio.

Antonio

Anna Rosa Balducci

Questo post è troppo impegnativo, in questo momento della sera, per me. Sono troppo stanca e il cervello mi funziona cosi' cosi'.Non so bene di questi ghost writers; si', so che un po' tutto quello che appare andrebbe indagato, per arrivare alla fonte reale. Anche il mondo degli editors in fondo assomiglia a quello dei ghost writers, e l'editoria che va ci si appoggia.
E' difficilissimo , al momento, trovare una penna reale. Comunque siamo qui, e mi pare che qualcuno di reale ci sia.
Apparenza e realta', si intersecano nel mondo delle parole.Come districarsi, come valutare?
Intanto il tempo.
Poi il caso.E un po' di buonsenso. E, accipicchia, ci fosse qualche buona autorevolezza, in giro!
Giudici severi cercasi.

irenespagnuolo

Anna Rosa impegnativo ma non troppo...dai, hai ben attraversato le terre della realtà un pò confusa del mondo delle parole!
Auspichi un pò di autorevolezza buona...ehm, non so se e quando sarai accontentata!

Antonio abbraccio pervenuto (e gradito)!
Grazie, sei un tesoro...:))
Irene

dragor

Irene, davvero non capisco come abbiano potuto rifiutare le tue prestazioni come ghost writer. Ricordo che mi avevi proposto di scrivere su Journal Intime la storia di Codogno. Con queste idee geniali, mi sembra strano che la gente non faccia la coda per assumerti... :-)

dragor (journal intime)

Gian Contardo

Un momento di sconforto capita a tutti, soprattutto quando, come nel tuo caso, si sa di avere talento, tantissimo talento. E lo si sa non per presunzione ma a ragion veduta.
Te l'avevo già scritto: non abbassarti a fare il ghost writing; vali di più, infinitamente di più.
Comunque hai ragione: i ghost writer di oggi valgono davvero poco; basti pensare a quel competentone che ha inserito quella falsa citazione di Neruda nel (spero ultimo) discorso parlamentare di Mastella; difficile davvero pensare che Neruda sia farina del sacco del Maneggione di Ceppaloni.

Irene, non mollare! Tu sei uno splendido fiore e non sorprende che tu non possa fiorire in mezzo a una palude. I tuoi scritti attendono solo il terreno adatto in cui germogliare rigogliosi.

Se tu bruciassi penna e testiera, commetteresti un crimine contro l'Umanità.

irenespagnuolo

Gian mi hai levato il fiato!
Dopo simili apprezzamenti non posso mollare, no non posso...!
GRAZIE
Certe volte prende lo sconforto appunto perchè ne sentiamo e ne leggiamo di tutti i colori...come l'esempio che porti tu, accidenti.
Un bacione

Dragor non prendermi per il naso :))
ciao ciao
Irene

Pier Luigi Zanata

Irene non mollare.
PL

Indaffarato

Irene
Alle prossime (non lontane) elezioni mi candiderò... sarai così gentile da scrivere per me?
Ciao Francesco

I commenti per questa nota sono chiusi.