« La beffa continua | Principale | Questione di stile »

23/11/07

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Fino

Eliot scrive che "la giovinezza è crudele. Sorride delle situazioni che non può vedere".
Ho visto tanti giovani vergognarsi del proprio padre o del proprio nonno anziano, però poi pronti a riscuotere nel giorno del loro compleanno.
Un caro saluto
Fino

streghetta

io l'avrei portata.. di corsa. Magari non sulle montagne russe, ma sicuramente sulla giostra panoramica.. O sullo slamom gigante.. chissà che spasso..

Gian Contardo

La nonna era la più giovane di tutti.

Triste sorte quella di chi, ancora giovane d'età ma non di spirito, rinuncia a divertirsi e a sognare.

cenerentola

Non sempre le buone intenzioni portano a buoni risultati.
"Portami a sognare." Che bella questa nonna che ha ancora e comunque il desiderio di sognare....

ivo

ho paura che succeda anche a me. Vorrei, quando sono a letto, portare tutti i vecchietti dove più gli piace. Quando mi alzo non so perchè, arriva puntuale il senso pratico. Se anche lo vinco, quando poi "entriamo nel luna-park" arriva la paura, combattere contro i giostrai è terribile. Perle di buonsenso mi invadono. A notte, vado a dormire ed è l'ultimo ad arrivare, si chiama rimorso o dispiacere. No, non è possibile, cazzo! Domattina prendo i vecchietti e vedi cosa non gli faccio fare...

Ivo.

oz

Invece che al Luna Park io l'avrei portata sull'altalena del Baby park e, spingendola forte, forte le avrei fatto decollare le sottane in alto, fin sulla Luna.

Fabrizio - ikol22

Il paragone non reggerà ma a me è rimasto il rimorso per non aver mai portato a mia nonna una pizza tutta per lei (e non quel "misero pezzetto" come diceva, che le passava mia mamma). Ce l'ho lì e non riesco a giustificarmi.

irenespagnuolo

Ivo facci sapere!!!

A tutti:
forti e preziosi coloro che amano con tutta l'anima! Spesso si confonde la salute con la cura del corpo e si dimentica il benessere delle persone...la nonna poteva star male ma essere felice, invece in buona fede (o per quel terribile umano egoismo di non voler perdere qualcuno!) il nipote pensava di proteggerla negandole un momento di spensierata gaiezza!

irenespagnuolo

Fabrizio, siamo esseri umani...Qualche rimorso, come qualche rimpianto, è inevitabile. Coraggio!

100 M.ILIO.NI DI T.ONN.EL.LATE

SETTE ISOLAZIONISTE CATASTROFISTE SPIRITUALISTE

@@@Cosa pensi di gruppi che cercano di isolarsi profetizzando la fine del mondo in paradisi a contatto con Dio o gli extraterrestri?--

Sono gruppi lautamente finanziati dai nemici dell'umanità che in certi periodi storici riescono a fare una certa presa fra idioti che non applicano i proverbi popolari.

Non conosco uno solo dei miei amici che abbia aderito a qualcuna di queste organizzazioni.

Io sono per radicarsi nel mondo attuando dinamiche nonviolente di servizio all'umanità utili a tutti.

Stamattina ho conosciuto un amico del genere umano che mi ha dato due dritte interessanti per delle dinamiche nonviolente, le lavanderie a gettoni e le toelettature per cani.

Un pescatore con una riserva di pesca modello Torre , un barista, un manutentore di Serpentine, un imprenditore nel settore della biomassa, una compagnia teatrale itinerante, un muratore in grado di ristrutturare immobili, un taxista, un meccanico, un infermiere, una guardia forestale, un contadino biologico, sono tutte attività che se svolte onestamente sono di grande aiuto al genere umano.

Non c'è bisogno di andare in un lebbrosario per essere dei santi, non c'è bisogno di essere un precursore per essere degli eroi, non c'è bisogno di fare la prostituta low cost per dimostrare grande amore verso il prossimo.

Certe persone sicuramente hanno una predisposizione a svolgere compiti ingrati, ma ci sono tantissime dinamiche nonviolente che hanno bisogno di protagonisti.

A volte si parla di metodi bastardi applicati dai nemici dell'umanità e certamente le sette isolazioniste catastrofiste spiritualiste sono uno di questi metodi che però, almeno in Italia, fra il popolo non hanno avuto presa.

Devo però riconoscere che fra cattolici, ebrei, indù ed altri gruppi religiosi che non hanno insegnato ai loro bambini i proverbi popolari, hanno grossi problemi con questi gruppi creati da loro stessi.

100-milioni-di-tonnellate.blogspot.com/

Pim

Il desiderio e la prudenza, la leggerezza e la cautela: a quali di questi sentimenti dare retta? In casi come questi, pur non ignorando i rischi e prendendo tutte le precauzioni possibili, occorre essere permissivi. Prendersi cura di qualcuno significa anche lasciargli esprimere la propria volontà.
Ciao Irene, buon weekend.

bob

Mi dissocio dal buonismo asfissiante,quello che deve concedere tutto a tutti, negando il diritto a dire anche di no.No alla vecchia che vuole andare al luna park,se ne stia a casa a pensare al senso delle cose e a fare un bilancio di come ha speso la vita invece di imitare modelli che le devono più appartenere.

giulia

Posso stare ancora poco al computer, ma sono venuta a leggerti... Sei sempre così intensa e brava. Grazie per la tua presenza Irene. Tornerò a leggere gli arretrati. Un abbraccio, Giulia

francesca

chiede al nipote un giro al luna park....sei bravissima

zia elena

Ciao, Irene.

Ho portato mio nonno a fare un giro in carrozzella sul lungolago poco prima che morisse. Abbiamo bevuto un succo al bar, giocato la schedina insieme, guardato i bambini giocare e goduto insieme di un tiepido sole d'ottobre di 10 anni fa.

Era felice nonostante la sofferenza fisica.

E' uno dei ricordi più belli che ho e tu lo hai fatto affiorare con il tuo post.

Grazie.

Zia Elena

ivo

Penso sia un racconto volto a stimolare la discussione e sensibilizzare verso i problemi della solitudine dei nostri cari "vecchietti". Personalmente Ho gran rimpianto di non aver seguito come avrei voluto, 25 anni fa, una mia anziana prozia durante i suoi ultimi giorni. Non voleva andare in giostra, nemmeno la pizza, chiedeva compagnia. Ma come a volte accade, il fato ci ha messo di suo, facendomi incontrare proprio in quei giorni chi poi sarebbe diventata mia moglie. Pensavo prima di dormire: appena arrivo dal lavoro vado dalla zia; ma poi una telefonata, gli ormoni che viaggiano a 1000, ma si, dalla zia ci vado domani....fino a che poi la zia non c'è più, ed al suo posto solo un vuoto. freddo.
Come dicevo all'inizio, giostre a parte, noi si ha la mente ed il cuore; a me personalmente quando sono coricato nel letto prima di dormire ha il sopravvento il cuore, di giorno la mente. Bisogna cercare di conciliare i due.
Non do quindi troppa colpa al nipote del racconto: già il fatto che abbia accompagnato la nonna è più che buono, che poi abbia anche pensato alla sua salute, è umanamente più che comprensibile. Spiace per la nonna, ma i compromessi sono parte integrante della vita...ed a volte le soluzioni nate da compromessi sono le più gratificanti, proprio perchè si è voluto cercarle.

Ivo

demata

Ho l'impressione che non ti piacciano le brutte notizie.
Questa è pessima e colpisce una donna.

http://minimamoralia.blog.lastampa.it/minima_moralia/2007/11/la-peggio-gente.html

Non restiamo silenti.

irenespagnuolo

Demata qualcuno forse le gradisce ?!
Ma proprio non sono quella che resta silente davanti all'orrore...
Al più non mi occupo tantissimo di "attualità"...ma solo perchè cedo il passo, molti lo fanno assai meglio di me.
Un saluto
Irene

rottasudovest

si pensa sempre dopo al tempo che non si è dedicato alle persone amate. E' un po' triste anche questo e dovrebbe essere una lezione per non sbagliare più. Bella storia Irene, molto dolce e dolente.

I commenti per questa nota sono chiusi.