« Caro Beppe Grillo | Principale | L'ho amato con amore »

25/09/07

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

luigi zoppoli

Avrò il sesto senso, ma apro il blog e tac! leggo del tuo blog aggiornato e corro a leggere.
A me piace paragonare la vita e l'amore al caminetto del cui calore non puoi fare a meno. E questo ti spinge ad aver cura di mettere sempre nuova legna, di smuovere la brace per tenere viva la fiamma il cui calore ti regala tanto star bene.
Sarà banale, ma la vedo così. Senza farla tanto facile.

Gian Contardo

Sarò banale anch'io ma chi non impara dai propri errori è destinato a ripeterli.

Chissà, poi, se riesce a considerarli come errori.

dragor

Cara Irene, te lo dice un pluridivorziato: non esiste una formula per andare d'accordo. Quelli che a qualcuno sembrano difetti, a un altro possono sembrare qualità...

Un bacio, ben tornata.

dragor (journal intime)

irenespagnuolo

A parte gli errori, Gian Contardo, non capisco come si possa vivere (in coppia o non) in un "deserto" : senza uno straccio di hobby, una curiosità, una passione !

Luigi, che piacere sapere che corri a leggermi !
Grazie !
Sono d'accordissimo con te.

Dragor, una formula per andare d'accordo no, sarebbe un orrore...!!!
Ma non pensi che quello che sei, i tuoi interessi, i tuoi entusiasmi, i tuoi ideali, i tuoi sogni siano quello che ti fanno "dragor" agli occhi della tua amata ?! Se fossi vuoto come una zucca forse cercherebbe un dragor altrove...:))

Irene

luigi zoppoli

Piacevoli i dialoghi che si accendono. Beh! il non far nulla è il sistema infallibile per non commettere errori. Non so chi potrebbe esserne soddisfatto. Il fuoco che langue e la brace che si spegne, richiedono azione per rivedere la fiamma. L'importante è essere onesti con se stessi fino all'autobrutalità e non nascondere né a sé né ad altri che si è sbagliato. E comunque spiegarsi con trasparenza e buone intenzioni.
Provare per credere.

irenespagnuolo

Infatti, Luigi. Occorre guardarsi impietosamente. Solo la verità può darci risposte...
In ogni caso insisto. Qui più che di errori si parla di una persona troppo superficiale. Una che non gioca a tennis, non fa la maglia, non legge, non ama il bricolage, non dipinge, non passeggia in montagna, non adora la bicicletta, non và matti per i fumetti, ecc. ecc. ecc. ecc. non ha bisogno di "commettere errori", ucciderebbe chiunque, credo.
Ciao Luigi !
Irene

Gian Contardo

Riflettendoci bene su, posso ipotizzare che la persona in questione più che incapace a vivere un rapporto di coppia è incapace a vivere tout court, tutta routine accettata e mai indagata né messa in discussione.

Sarebbe interessante sapere se vive con la stessa passività anche le amicizie. Probabilmente è così.

Chi non ha niente da dare e da chiedere per sé dalla vita non è in grado di dare e chiedere né agli amici né al partner.

P.S. Se adesso non ha niente da fare, evidentemente l'ex marito le passa degli alimenti che le consentono di nonn fare niente, altrimenti, be', so di certe divorziate che da fare ce n'hanno, eccome: lavorare per mantenersi.

luigi zoppoli

La percezione del vegetare, è figlia del conoscersi e del non rispettare se stessi. E' nascondersi, è timore di sé, eccetera eccetera...Di conseguenza verso gli altri.....

stefy

Quanta verita', cara Irene!! E ne parlo in prima persona ! Condividere semplicemente la routine significa buttare ogni giorno un po' d'acqua in quel camino di cui parla Luigi. E prima o poi tutto si spegne. Cenere grigia,fredda,umida.
Credo che a volte succeda perche' e' difficile trovare la nostra anima "complementare" e molte persone,allora, si accontentano di stare con "qualcuno" pur di avere una vita "normale" (casa,figli,lavoro.) Ma non lo ammettono soprattutto a se stessi. Molto triste.
Bellissimo post.
Un abbraccio,
Stefy

irenespagnuolo

Giusto Gian Contardo.

Ecco, vegetare, hai azzeccato Luigi !

Stefy, tristezza davvero infinita. Non possono ammetterlo altrimenti sai che mazzata !
Un abbraccio a te, carissima
Irene

I commenti per questa nota sono chiusi.