« Gli stati modificati della coscienza | Principale | Tessera n. 5 Circolino dei Cinghios »

26/09/06

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

dragor

Cara Irene, nella società occidentale per secoli il corpo è stato contrapposto all'anima e mortificato durante la vita per essere valorizzato dopo la morte. E' da relativamente poco tempo che la gente, in una società più secolarizzata, ha cominciato a riconciliarsi con il corpo
e il processo è ancora lontano dalla sua conclusione. Questi attentati all'integrità del corpo sono le pietre miliari di un cammino tormentato e cosparso di sentimenti ambivalenti.
Ciao
dragor (journal intime)

irenespagnuolo

Infatti Dragor...
Ed è appunto affascinante abbracciare questo "studio" per capirne di più o per liberarsi da qualcosa...
Ciao ciao
Irene

agnès

.. ma lo studi come osservatrice o hai mai provato il desiderio di materializzare qualcuna di queste urgenze?

irenespagnuolo

Solo come osservatrice Agnes...
"Indago"...
Amo la criminologia, mi appassiona la grafologia, mi piace la sociologia...
Però credo di aver provato qualcosa, di aver capito cos'è un male che ne esorcizza un altro...

Prishilla

Quindi l'"urgenza fondamentale è quella di esprimersi, di comunicare? mi piace questa tua interpretazione mi spinge a rifletterci su, penso che possa spiegare parecchie cose.
Ciao e grazie! Prishilla

irenespagnuolo

Ciao Prishilla...sono contenta di averti stimolato con questi pensieri...!
Irene

agnès

E' ammirevole il candore con cui lo ammetti. Io non ci sarei riuscita, ma ti confesso di essermi sentita chiamata in causa da questo tuo post...

piero

In effetti la manipolazione del corpo ha fatto la storia di tanti popoli e tanti di essi mi tornano subito in mente proprio per questa pratica. Ciao, Piero

irenespagnuolo

...Ricordi per esempio Agnes che io "ricopro" il corpo di anelli, bracciali, collane ?!?
....
E' un altro piccolo "dettaglio".
Ciao ciao
Irene

Ciao anche a Piero !

agnès

Io però farei una piccola distinzione tra l'adornare la pelle e l'intaccarla....

irenespagnuolo

Certo Agnes la distinzione è piuttosto grossa, gli istinti e le motivazioni sono diverse e peraltro non si passa attraverso il dolore...
E' solo una mia "sfaccettatura", la citavo a te visto che abbiamo accennato al nostro approccio "alla pelle e dintorni"...
Sono aspetti molto diversi ma hanno comunque un legame con il rapporto tra la nostra esteriorità e il nostro mondo interiore...
Ciao ciao

I commenti per questa nota sono chiusi.