« Elvis da Memphis | Principale | Esperienza perimortale – dagli studi di Marco Margnelli sugli stati modificati di coscienza »

27/09/06

Commenti

Feed Puoi seguire questa conversazione iscrivendoti al feed dei commenti a questo post.

Antonio (terzomillennio)

L'America, l'essenza delle contraddizioni, la possibilità di vivere di crescere se solo lo si vuole.
America, la multietnia per eccellenza, la vera condivisione delle differenze e delle culture.

E purtroppo c'è chi da sempre la denigra e la combatte ideologicamente. Ma se ci sei stato capisci anche il perché: perché America è libertà! Con tutti i limiti e le debolezze delle democrazie gestite dagli esseri umani e... non da dei.

Ciao Antonio

irenespagnuolo

Ciao Antonio,

Mia nipote è a Chicago da più di un mese...da lì si è mossa parecchio, mi invia foto e notizie ogni giorno (Nashville, Milwakee, Memphis,...e poi Toronto e le Cascate del Niagara).
Purtroppo non ho fatto la sua esperienza...la "vivo" attraverso i suoi racconti. Proprio questa sera le scrivevo più o meno quello che hai scritto tu...l'America sconfinata...il condensato di tutto, dalle contraddizioni ai problemi alla libertà.

Fino

Non c'è dubbio che gli USA siano una grande democrazia. Ma non facciamone il feticcio della democrazia. Non dimentichiamo che un certo Bush diventò presidente senza aver vinto le elezioni. Che bella truffa.
Non dimentichiamo che in America c'è ancora il Klu Klux Klan, non dimentichiamo che in tanti Stati americani c'è la pena di morte. Alla faccia della democrazia e dei diritti umani.
Non dimentichiamo che Bush e il suo circolo si dimenticarono di New Orleans ferita dall'uragano Katrina. Perché? Perché la maggioranza della popolazione era di colore.
Andate a vedere il film di Spike Lee.
Sono fiero una volta tanto d'essere europeo.
Irene, ovviamente grande Elvis. S. Francisco, Boston e la vecchia New Orleans. Questa è l'America che preferisco.
Un caro saluto
Fino

irenespagnuolo

Si Fino...scrivi cose giustissime.
Infatti io ho parlato di America sconfinata...dalle contraddizioni, ai problemi alla libertà.
E' il condensato di tutto, del bene e del male.
E credo sia quasi naturale...
Ciao ciao
Irene

montgolfier

Fino, hai ragione a citare tutte quelle cose. Però è anche vero che le puoi dire qui, come le potresti dire in America. In molti altri paesi del mondo, probabilmente no. Non è un mondo perfetto, come non lo siamo noi. Ma preferisco questa imperfezione a tanti altri miti che spesso si sente magnificare da un comodo salotto.

piero

E' vero che il popolo americano é pieno di contraddizioni (e chi non lo é?), ma é a loro che dobbiamo la nostra liberazione dall'oppressore. Piero

I commenti per questa nota sono chiusi.